Come capire se stiamo comprando surgelati di qualita'


condividi su

Sappiamo davvero scegliere tra questa vasta gamma di surgelati? Quali sono i criteri da seguire per acquistare un surgelato sicuro?


Come capire se stiamo comprando surgelati di qualita
A seguito dell'articolo pubblicato stamattina, su come scegliere, conservare e scongelare i cibi surgelati (vedi link) su richiesta dei nostri lettori, approfondiamo l'argomento, per capire meglio come scegliere i cibi dal bancone dei surgelati:

Innanzitutto sfatiamo un mito: l'alimento congelato di prima qualità è più fresco del fresco. Innanzitutto, il valore nutritivo delle proteine si mantiene intatto mentre sappiamo che carne e pesce si alterano in breve tempo per azione dei batteri presenti nell'atmosfera.

Il valore dei grassi rimane del tutto inalterato e così quello dei carboidrati che subiscono lievissime alterazioni, spesso destinate a migliorarne il gusto e digeribilità.

Le vitamine, infine, rimangono intatte mentre sappiamo che le verdure perdono dal 30 all'80% dei principi attivi e vitamine nel giro di 48-72ore.

Con la surgelazione le vitamine come quelle del gruppo B presenti nel pesce e nella carne, non solo non diminuiscono, ma al contrario in alcuni casi aumentano.

I prodotti congelati di prima qualità conservano quindi inalterati i valori nutritivi. Per le stesse ragioni, il prodotto congelato di prima qualità mantiene ottimo gusto e il sapore della freschezza originaria.

Il prodotto congelato di prima qualità non hanno bisogno ne di conservanti né di alcun tipo di additivo per presentarsi in tavola con il massimo delle loro virtù, non è inoltre soggetto a processi di deterioramento ed è quindi un cibo sicuro.

Ma come capire se stiamo comprando surgelati di qualità?

Oggi la scelta dei surgelati è piuttosto varia, spazia dalle classiche verdure, al pesce, alla carne, fino ad arrivare ai primi e secondi piatti e ai contorni, pronti in soli 5 minuti.

Ma sappiamo davvero scegliere tra questa vasta gamma di surgelati?

Quali sono i criteri da seguire per acquistare un surgelato sicuro?

Qui di seguito alcuni piccoli consigli per l'acquisto.

Come prima cosa occorre leggere l'etichetta del prodotto che deve riportare oltre le abituali informazioni sul nome del surgelato, sull'azienda produttrice, sulla scadenza e soprattutto anche l'elenco degli ingredienti di cui è composto e con cui soprattutto è trattato.
 
Quest'ultimo è un aspetto fondamentale poiché è solo attraverso l'analisi degli ingredienti è possibile scegliere correttamente tra i vari tipi di surgelati in commercio.

Innanzitutto, è bene focalizzare in primis la qualità dei grassi, è noto, infatti, che la margarina e i grassi idrogenati hanno un effetto dannoso sulla salute, spesso causa di malattie cardiovascolari. Anche la presenza di olio di semi indica che il prodotto non è di buona qualità.
L'olio di semi infatti è ricco di grassi di acidi insaturi che, portati a temperature elevate, sprigionano sostanze nocive per il nostro organismo.

Per i motivi sopra elencati è sempre buona norma scegliere prodotti realizzati e conditi esclusivamente con olio extra vergine d'oliva.
Occorre evitare cibi aromatizzati e ricchi di coloranti spesso indicati nell'etichetta con la sigla E100 E199.
Stesso discorso vale per il glutammato di sodio, indicato dalla sigla E621, il quale serve unicamente a far risaltare il sapore del prodotto ma che di fatto non è un ingrediente necessario.

Impariamo a leggere bene le etichette anche del pesce surgelato o decongelato venduto al banco del fresco: se il pesce è decongelato deve essere esposto il cartellino del prodotto con indicati gli additivi (nel congelato ci sono quasi sempre).
Ad esempio si trova a volte indicato nell'etichetta la presenza di E451, E452 (trifosfato di sodio o di potassio, sempre classe dei polifosfati). Talvolta anche di E331, E332 (citrati).

l'E451 è un additivo chimico utilizzato per poter mantenere compatte le carni (trattengono l'acqua) ed hanno anche un'azione antimicrobica (per impedire che "vada a male")..
Questo additivo è gravemente dannoso per la salute in quanto ostacola l'assorbimento dei minerali da parte del nostro organismo.

I polifosfati sono pericolosi poichè interferiscono con diversi processi metabilici, tra cui quelli di assorbimento da parte dell'organismo di sostanze nutritive e sali minerali.
Una volta ne erano piene le carni insaccate, ora il consumatore ci sta attento (e di conseguneza le ditte si sono adeguate) e credo che tutti noi quando compriamo il prosciutto cotto o i wrustel scegliamo sempre quelli con la scritta "senza polifosfati aggiunti".

È opportuno poi ovviamente controllare sempre la data di scadenza e soprattutto scegliere i prodotti surgelati più recentemente.

Occorre poi fare molta attenzione ai termometri degli espositori. La temperatura ideale non deve mai superare i -18 gradi C. Se sulla superficie della confezione notate della brina o delle scaglie di ghiaccio, molto probabilmente i surgelati sono stati conservati male, con il rischio di aver subito l'attacco dei batteri e dunque l'alterazione organolettica. Le buste ovviamente non devono riportare ammaccature o danni di nessun genere.

Infine è sempre buona norma scegliere quei prodotti che durante la cottura, sia in forno, che in padella antiaderente o in forno a microonde, non chiedono ulteriore aggiunta di condimenti.

Una volta acquistati, per evitare che durante il tragitto fino a casa si scongelino, i surgelati vanno conservati in un contenitore di tipo termico, lo stesso che utilizziamo durante i picnic o il campeggio.

Se avete ancora dubbi, noi siamo qui. Proveremo a darvi ogni risposta per garantire il vostro benessere!! :-)

Autore: Federica Moretti






I contenuti di questo sito hanno solo carattere di discussione e non dovrebbero essere usati come base per decisioni di carattere personale, da prendere sempre e comunque a contatto diretto con lo specialista. RomaWellness non sara' responsabile per danni di qualsiasi tipo derivanti dall'uso delle informazioni fornite in questo sito.

L'Antico Egitto: pioniere della cucina moderna


Si fa sempre più strada la necessità di ritornare ad un'alimentazione più ricca di fibre, alimenti integrali, lievito madre, semi oleosi, ecc. Nell'Antico Egitto tutto questo non era una novità, ma la base della cucina.

Zenzero. Rimedio contro molti disturbi


favorisce il processo digestivo, contribuisce alla riduzione dei gas intestinali, favorisce la digestione, riequilibra la flora intestinale e tanto altro.
Newsletter
iscriviti alla nostra newsletter

Rubriche

Dieta a Capodanno? Ecco 10 pietanze da evitare

Per chi è nel bel mezzo di una dieta o soffre di colesterolo alto e trigliceridi, le festività rappresentano un problema, perchè le tentazioni sono davvero tante.

Il Cibo spazzatura

Patatine, snack, hamburger e hot dog, soft drink e molti altri cibi che non appartengono alla Dieta Mediterranea

Sport e Spuntino: cosa posso portare in palestra?

Anche se i ritmi di vita sono sempre incessanti dobbiamo imparare a non saltare i pasti e a scegliere cibi salutari.

Dieta Mediterranea - Alleata della nostra Salute

Si parla sempre più di modelli alimentari vegetariani o vegani, ma non si conosce la cultura e il modello proposto dalla Dieta Mediterranea.

Ricetta del panettone fatto in casa

E dopo la cena? Un buon panettone! Si, ma che sia buono!

I legumi prezioso ingrediente per inventare nuove pietanze

Si fa un gran parlare della carne rossa come unica e sola fonte di proteine, ma anche i legumi ne sono una sorgente, soprattutto se uniti ai carboidrati.

L'Antico Egitto: pioniere della cucina moderna

Si fa sempre più strada la necessità di ritornare ad un'alimentazione più ricca di fibre, alimenti integrali, lievito madre, semi oleosi, ecc. Nell'Antico Egitto tutto questo non era una novità, ma la base della cucina.

I cibi che aiutano la vista

I nostri occhi ricavano beneficio da una corretta alimentazione

La tendenza dell'estate è la gonna lunga, ma a noi piace la mini-gonna!

Tutti i marchi più o meno fashion, propongono per l'estate la gonna lunga... ma la minigonna rimane un capo storico intramontabile.

Ecco cosa indossare durante una cerimonia. E' vietato sbagliare abito.

E' tempo di cerimonie e come sempre ci troviamo davanti al grosso dilemma sulla scelta dell'abito giusto. Ecco alcuni consigli per non sbagliare.

Lo stile Boho-Chic: dagli anni '60 fino ad oggi

Lo stile dei figli dei fiori è arrivato fino a noi e lo stiamo riscoprendo in una versione più glamour delle sue origini.

Camicia di jeans ovvero a volte ritornano...

Un capo tornato alla ribalta quest'anno ma che ha una storia molto lunga alle spalle.

Metti una sana cena a sera

Un pasto serale leggero e gustoso aiuta a favorire un buon riposo

La Primavera in tasca

La stagione della rinascita porta con se cibi e pietanze deliziose, ma anche piccoli disturbi da combattere con la prevenzione, dall'alimentazione allo sport

Alimentazione emotiva

Dovremmo imparare a leggere i sintomi nascosti nel nostro comportamento che segnalano quanto la psiche detti la nostra alimentazione.

Le feste sono finite e inizia il mese delle promesse: cosa ci impedisce di rispettarle?

Il mese di Gennaio, così come Settembre, potrebbero essere chiamati: "i mesi delle promesse". Tutti rincorrono a "diete fai da te", sulla scia dell'ultima moda, promettono di iscriversi in palestra, perdere qualche chilo e rientrare in quella

res20

segui romawellness su facebook