RomaWellness intervista la Dott.ssa Daniela Domanico - Chirurgo Oculista de La Sapienza di Roma


condividi su

Tanti consigli utili per i nostri occhi. Parliamo di allergie, di qualità della vista, di riposo notturno e di cattive abitudini.


RomaWellness intervista la Dott.ssa Daniela Domanico - Chirurgo Oculista de La Sapienza di Roma
RomaWellness prosegue il suo ciclo di interviste a medici specializzati e professionisti del benessere.

Quest'oggi abbiamo il grande piacere di intervistare la Dott.ssa Daniela Domanico, Dirigente Medico di I livello - Chirurgo Oculista de "La Sapienza" di Roma, presso l'Ospedale Universitario "A. Fiorini" di Terracina (LT) e nel Distretto di Aprilia presso la stessa sede ASL.
La Dott.ssa Domanico può vantare già una lunga esperienza alle spalle, una conoscenza molto approfondita dell'occhio umano e delle patologie ad esso correlate.
Tra le altre cose ha scritto già un articolo per noi di RomaWellness, in cui invitava i nostri lettori a non dimenticarsi mai di salvaguardare i nostri occhi ( leggi articolo ) .

Dott.ssa Domanico, è un vero piacere averla qui da noi.

"Vi ringrazio, per me è un piacere essere con Voi e con i pazienti che mi seguono. Mi aggrada poter condividere e divulgare la mia specialità ed essere utile, la cultura sopravvive se accompagnata dalla comunicazione della stessa."

Dottoressa, è finalmente arrivata la primavera. Per quanto sia un periodo molto affascinante, è purtroppo per molti anche un periodo difficile per via delle allergie che comportano eccessiva lacrimazione, rossore e spesso congiuntiviti reattive. Cosa può dirci a riguardo?

"In verità i problemi si presentano già nel mese di febbraio con i primissimi pollini, ed è proprio in questo mese che si comincia una buona prevenzione che va dall'uso di colliri specifici antiallergici per un periodo minimo di 20-30 giorni, all'ausilio di un buon supporto orale di antistaminici allopatici o ancor meglio omeopatici (questi ultimi in particolare sono veramente efficaci nei pazienti giovani).
Bambini e ragazzi sono infatti maggiormente rispondenti a terapie mirate perché meno intossicati e/o antibiotici resistenti."

Dottoressa, sempre più persone sembrano soggette a queste allergie. E' una nostra impressione oppure c'è del vero in tale affermazione? Se sì, come mai?

"Effettivamente le allergie sembrano essere sempre più frequenti e diffuse ed i motivi sono molteplici. L'uso indiscriminato di farmaci (purtroppo anche antibiotici) insieme ad additivi e conservanti; lo stazionare troppo spesso e per troppe ore in luoghi chiusi non areati e ricchi di micropolveri; esposizione forzata in città a smog ed inquinanti vari aumentano la cosiddetta "sensibilizzazione" ad agenti esterni dando luogo ad allergie sempre più frequenti e variabilmente intense."

Dottoressa, come possiamo difenderci da queste fastidiose allergie?

"Le sane abitudini partono già dall'alimentazione, come il consumo più frequente di alimenti freschi e di cereali che fungono da depuratori naturali evitando quindi conservanti, coloranti e sostanze artificiali. Dotare i condizionatori (anche quelli in auto) di filtri per pollini ed antiparticolato, evitare sostanze che stimolano gli attacchi allergici come fumo, spray e sostanze chimiche irritanti, usare occhiali da sole all'esterno che evitano stimoli accessori.
Prediligere l'attività fisica all'aria aperta ma meglio in zone di mare o montagna dove i pollini sono meno presenti. Seguire terapie mirate prescritte da medici specialisti e non acquistate in farmacia a seconda della pubblicità del momento."

Parliamo d'igiene. A prescindere dai problemi di stagione, quali precauzioni a livello d'igiene dovremmo adottare nel quotidiano per salvaguardare la salute dei nostri occhi?

"Sempre prediligendo un'alimentazione adeguata, è bene pulire in modo accurato mattina e sera i bordi palpebrali passando ben bene tra le ciglia una salvietta umidificata monouso per occhi, in modo da rimuovere residui e secrezioni che potrebbero causare ristagni ed infiammazioni a volte anche molto dolorose. Prediligere detergenti delicati e mai con acqua troppo calda. Se si deve rimuovere il trucco aiutarsi anche con soluzioni specifiche e sciacquare sempre con abbondante acqua corrente."

Le ore di sonno notturne, incidono sulla qualità della vista e la salute degli occhi?

"Le ore di sonno notturno incidono sula qualità di vita in genere, quindi dormire poco e male per lunghi periodi di tempo (meno di 7 ore a notte o con risvegli notturni frequenti) può comportare emicranie e disturbi anche visivi.
Lo stress innalza il livello di cortisolo nel sangue creando un circolo vizioso che, in particolare in primavera e col cambio dell'ora legale, aumenta la difficoltà ad addormentarsi ed amplifica i diversi disturbi del sonno che si ripercuotono nelle ore diurne con stanchezza, apatia, emicranie e sintomi correlati. La spossatezza primaverile non è sempre sintomo di carenze vitaminiche."

Dottoressa, cosa può dirci in merito all'ipotesi che diverse ore passate al computer possano nuocere alla salute dei nostri occhi? Corrisponde a verità oppure è una leggenda metropolitana?

"Nessuna leggenda, il problema non è tanto l'uso del computer che in sé non dà problemi particolari quanto il come ed il tempo di stazionamento al PC. L'occhio, per lavorare bene (e questo non solo allo schermo) deve essere perfettamente corretto.
Se un occhio, anche con un lievissimo difetto di refrazione, sta ore in tensione lavorativa sempre alla stessa distanza, (ciò può accadere anche alla semplice lettura di un libro cartaceo) impone alla retina una messa a fuoco scorretta. Il lavoro al computer non è pericoloso ma bisogna staccare lo sguardo in media ogni 15 minuti e fissare un orizzonte lontano, ma cosa fondamentale è lavorare, guardare, leggere e vivere con gli occhi sempre ben coretti con un ottimo occhiale, con lenti a contatto per poche ore al giorno o con intervento refrattivo ad hoc.
Vivere con gli occhi non controllati o non adeguatamente corretti significa camminare senza soletta nelle scarpe nel caso vi sia un difetto ortopedico importante e sottovalutato. La trascuratezza nella medicina si paga negli anni."

Quanto è importante l'utilizzo degli occhiali da riposo? Mentre altra situazione è quella relativa a persone che pur avendo una miopia, astigmatismo o presbiopia conclamata, non fanno regolarmente uso di occhiali, ma si limitano ad utilizzarli solo quando strettamente necessari. Che consiglio può dare a queste persone? Perché è così importante invece non affaticare l'occhio durante la giornata?

"In realtà così come già spiegato l'occhiale "da riposo" non esiste. Se sussiste un difetto refrattivo anche minimo va corretto subito (soprattutto in età pre-scolare). Un bambino con un difetto di vista che non viene corretto in l'età pre-scolare o al massimo nella scuola primaria, non potrà mai avere e neppure recuperare quei decimi di vista mai sviluppati e persi per sempre senza una cura adeguata. Il bambino rimarrà a vita con il cosiddetto "occhio pigro".
In soggetti adulti, un difetto di refrazione va corretto sempre con occhiali per lontano se prima dei 40 anni (anche con l'uso di lenti a contatto per qualche ora al giorno o anche con intervento laser che risolve il problema in modo definitivo).
Nei soggetti dai 40 anni in su si aggiunge anche la correzione per vicino e per la media distanza (con occhiale progressivo o detto anche multifocale) da indossare sempre. Non dimentichiamo l'intervento di cataratta che va a sostituire il cristallino con una lente che in alcuni casi se scelta "progressiva – multifocale" può correggere ogni difetto a vita."

Per concludere, cosa possiamo dire ai nostri lettori? Può lasciarci con qualche prezioso consiglio?

"Il mio consiglio verte in primis alla salvaguardia dei bambini: effettuare una prima visita completa di ciclopegia (dilatazione della pupilla con uso delle gocce per bambini) almeno a tre anni e mezzo e poi ogni anno se non ci sono problemi. Inoltre insisto nel consigliare una visita oculistica completa di visus accurato per appurare se si necessita di occhiali, di tonometria (misurazione della pressione dell'occhio) e dell'esame del fondo oculare con instillazione delle gocce per lo studio accurato della retina; di affidarsi infine ad un ottico esperto che saprà completare il lavoro se servono occhiali o lenti a contatto e per gli occhiali da sole soprattutto in questa stagione."

Parliamo della sua professione. Sappiamo tra l'altro che è appena tornata dal WOC (World Ophthalmology Congress) 2014 tenutosi a Tokyo in Giappone, congresso mondiale di oculistica. Un'esperienza interessante.

"L'esplorazione dell'Asia è sempre arricchente dal punto di vista culturale ed il WOC (World Ophthalmology Congress - Congresso Mondiale di Oculistica) quest'anno con sede a Tokyo, ha approfondito come ogni anno gli argomenti tecnologici più attuali.
E' stato interessante vedere dal vivo vari modelli d'impianto di retina artificiale ancora in studio ma di grande interesse oltre ad aver potuto acquisire l'aggiornamento del sistema di "riabilitazione visiva" per il trattamento di recupero visivo degli ipovedenti con microperimetria. Per me, che seguo in particolare il Glaucoma (malattia cronica più spesso ereditaria) che comporta in molti casi una notevole riduzione della vista, la "riabilitazione visiva" rappresenta un aiuto fondamentale."

Dottoressa Domanico, grazie infinite per i preziosi consigli ai nostri lettori e per la sua disponibilità. Saremo felici di averla presto ancora con noi.

"Grazie a Voi, cari saluti e sempre a disposizione!"


Pagina Facebook della Dott.ssa Daniela Domanico


Riproduzione riservata

Intervista alla Dott.ssa Daniela Domanico - Parliamo ancora di occhi.

Troppo spesso ci dimentichiamo dei nostri occhi






I contenuti di questo sito hanno solo carattere di discussione e non dovrebbero essere usati come base per decisioni di carattere personale, da prendere sempre e comunque a contatto diretto con lo specialista. RomaWellness non sara' responsabile per danni di qualsiasi tipo derivanti dall'uso delle informazioni fornite in questo sito.

La Primavera in tasca


La stagione della rinascita porta con se cibi e pietanze deliziose, ma anche piccoli disturbi da combattere con la prevenzione, dall'alimentazione allo sport

Vegetariano o Vegano


L'Italia è il Paese con il più alto tasso di obesità tra i Paesei Europei, ma anche con la più alta percentuale di vegani/vegetariani.

Alimentazione emotiva


Dovremmo imparare a leggere i sintomi nascosti nel nostro comportamento che segnalano quanto la psiche detti la nostra alimentazione.

La Medicina del Futuro: la frutta secca oleosa


Il ruolo della frutta secca diviene sempre più preponderante e giorno dopo giorno emergono nuovi studi in Letteratura scientifica che avvalorano la tesi secondo cui: assumere piccole quantità di frutta secca, quotidianamente, migliora la quali
Newsletter
iscriviti alla nostra newsletter

Rubriche

Dieta a Capodanno? Ecco 10 pietanze da evitare

Per chi è nel bel mezzo di una dieta o soffre di colesterolo alto e trigliceridi, le festività rappresentano un problema, perchè le tentazioni sono davvero tante.

Il Cibo spazzatura

Patatine, snack, hamburger e hot dog, soft drink e molti altri cibi che non appartengono alla Dieta Mediterranea

Sport e Spuntino: cosa posso portare in palestra?

Anche se i ritmi di vita sono sempre incessanti dobbiamo imparare a non saltare i pasti e a scegliere cibi salutari.

Dieta Mediterranea - Alleata della nostra Salute

Si parla sempre più di modelli alimentari vegetariani o vegani, ma non si conosce la cultura e il modello proposto dalla Dieta Mediterranea.

Ricetta del panettone fatto in casa

E dopo la cena? Un buon panettone! Si, ma che sia buono!

I legumi prezioso ingrediente per inventare nuove pietanze

Si fa un gran parlare della carne rossa come unica e sola fonte di proteine, ma anche i legumi ne sono una sorgente, soprattutto se uniti ai carboidrati.

L'Antico Egitto: pioniere della cucina moderna

Si fa sempre più strada la necessità di ritornare ad un'alimentazione più ricca di fibre, alimenti integrali, lievito madre, semi oleosi, ecc. Nell'Antico Egitto tutto questo non era una novità, ma la base della cucina.

I cibi che aiutano la vista

I nostri occhi ricavano beneficio da una corretta alimentazione

La tendenza dell'estate è la gonna lunga, ma a noi piace la mini-gonna!

Tutti i marchi più o meno fashion, propongono per l'estate la gonna lunga... ma la minigonna rimane un capo storico intramontabile.

Ecco cosa indossare durante una cerimonia. E' vietato sbagliare abito.

E' tempo di cerimonie e come sempre ci troviamo davanti al grosso dilemma sulla scelta dell'abito giusto. Ecco alcuni consigli per non sbagliare.

Lo stile Boho-Chic: dagli anni '60 fino ad oggi

Lo stile dei figli dei fiori è arrivato fino a noi e lo stiamo riscoprendo in una versione più glamour delle sue origini.

Camicia di jeans ovvero a volte ritornano...

Un capo tornato alla ribalta quest'anno ma che ha una storia molto lunga alle spalle.

Metti una sana cena a sera

Un pasto serale leggero e gustoso aiuta a favorire un buon riposo

La Primavera in tasca

La stagione della rinascita porta con se cibi e pietanze deliziose, ma anche piccoli disturbi da combattere con la prevenzione, dall'alimentazione allo sport

Alimentazione emotiva

Dovremmo imparare a leggere i sintomi nascosti nel nostro comportamento che segnalano quanto la psiche detti la nostra alimentazione.

Le feste sono finite e inizia il mese delle promesse: cosa ci impedisce di rispettarle?

Il mese di Gennaio, così come Settembre, potrebbero essere chiamati: "i mesi delle promesse". Tutti rincorrono a "diete fai da te", sulla scia dell'ultima moda, promettono di iscriversi in palestra, perdere qualche chilo e rientrare in quella

res20

segui romawellness su facebook